Mantenere attive le connessioni ssh su Linux

Di default, le connessioni ssh hanno un timeout, ovvero se non vengono usate il sistema provvede automaticamente alla disconnessione.

Openssh può essere configurato per inviare un pacchetto ogni x secondi in modo da mantenere la connessione attiva; questa modalità è controllata da 2 parametri: ServerAliveCountMax e ServerAliveInterval.

Il parametro ServerAliveInterval serve ad impostare un intervallo (in secondi) dopo il quale se non sono stati ricevuti daiti dal server, ssh invia un messaggio attraverso il canale crittografato per richiedere una risposta dal server e quindi mantenere onLine la connessione.

Il parametro ServerAliveCountMax serve ad impostare il numero di messaggi ServerAlive che può essere inviato senza che ssh riceva alcun messaggio di ritorno dal server (magari mentanea disconnessione o qualsiasi altra situazione che non permetta all’altro host di rispondere).

L’impostazione può essere fatta lato client, modificando il file /etc/ssh/ssh_config per un’impostazione globale, oppure il file ~/.ssh/config per l’impostazione solo nel proprio account utente, ed inserendo:

In alternativa, è possibile effettuare la configurazione lato server, inserendo le direttive nel file /etc/ssh/sshd_config:

Queste impostazioni faranno si che il client o il server SSH inviino un pacchetto nullo verso l’altro ogni 300 secondi (5 minuti), fermando le richieste se non ricevono alcuna risposta dopo 3 tentativi (15 minuti), situazione in cui molto probabilmente la connessione non è più attiva per qualche altro motivo.

enjoy!

Se hai trovato utili le informazioni su questo blog,
Fai una donazione!
Clicca sul bottone qui sotto o almeno clicca sul banner pubblicitario 🙂



Taggato su:

Commenta