SMsoft – informatica e dintorni

ss: il sostituto di netstat

Il comando ss è usato per mostrare le statistiche dei socket. Può visualizzare le statistiche per socket PACKET, TCP, UDP, DCCP, RAW, socket di dominio Unix e altro. Permette di ricavare informazioni simili al comando netstat. Può visualizzare più informazioni TCP e di stato rispetto ad altri strumenti. In particolare può fornire informazioni su:

  • All TCP sockets.
  • All UDP sockets.
  • All established ssh / ftp / http / https connections.
  • All local processes connected to X server.
  • Filtering by state (such as connected, synchronized, SYN-RECV, SYN-SENT,TIME-WAIT), addresses and ports.
  • All the tcp sockets in state FIN-WAIT-1 and much more.

Alcune distribuzioni Linux considerano deprecato il comando nestat ed adottano invece ss.
La familiarità con questo strumento consente di migliorare la comprensione di ciò che accade sui socket e consente di individuare le possibili cause di un problema di prestazioni.

Come visualizzare il riepilogo dei socket con il comando ss:

Visualizzare i TCP sockets in LISTEN, compresi i processi che li usano:

Come visualizzare tutte le porte di rete aperte con il comando ss su Linux:

Mostra TCP Sockets:

Mosrta UDP Sockets:

Mostra RAW Sockets:

Mostra UNIX Sockets:

Mostra le connessioni HTTPS stabilite:

oppure le connessioni HTTPS stabilite:

Mostra le connessioni da un particolare host remoto ed eventualmente su una particolare porta:

Infine, altre cose che comunemente si facevano con netstat, si possono fare con il comando IP:

enjoy!




Se hai trovato utili le informazioni su questo blog,
Fai una donazione!
Clicca sul bottone qui sotto o almeno clicca sul banner pubblicitario :-)
*
Taggato su: ,

Commenti

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin